Cagliari, ai estende il "porta a porta"

Il nuovo sistema di raccolta differenziata dei rifiuti "porta a porta" a Cagliari si allarga: dopo Poetto, Quartiere del sole, Mulinu Becciu e Monreale, dal 28 maggio tocca anche al Cep e al Quartiere europeo. Con il solito rituale già visto negli altri rioni: cassonetti dell'indifferenziata ancora in strada per qualche giorno. Poi l'addio. L'avvio di questa seconda fase è stato presentato questa mattina dal sindaco Massimo Zedda e dall'assessora all'Innovazione Claudia Medda. Il servizio nei due quartieri interesserà 12.871 utenze domestiche e 1089 utenze non domestiche. Sommando i numeri con gli altri rioni che hanno avviato il porta a porta dallo scorso 9 aprile si arriverà a 18.995 utenze domestiche (più 1519 non domestiche), pari al 22,13% e al 12,43% del totale. Nel frattempo continuano le attività di aggiornamento della banca dati delle utenze e la distribuzione dei materiali utili per la raccolta: con Genneruxi, Mont'e Urpinu e Mont'e Mixi sono già stati consegnati 48.603 kit. La distribuzione dei mastelli continuerà nelle prossime settimane a Bonaria e Sant'Avendrace. Aumentano anche i servizi. Dal 10 giugno sarà attivato il portale del cittadino: attraverso la registrazione sarà possibile ad esempio prenotare il ritiro a domicilio gratuito dei rifiuti ingombranti. In vista dell'estate sono operativi da un mese i servizi destinati alle spiagge: in particolare lo svuotamento dei cestino portarifiuti sul lungomare del Poetto due volte al giorno e la pulizia quotidiana degli arenili del Poetto, di Sant'Elia e di Giorgino. Da giugno è previsto poi il posizionamento delle isole ecologiche sull'arenile.(ANSA).

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Sardegna Oggi
  2. Cagliari Calcio

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Pimentel

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...